Ricerca

Guarire le ferite con le meduse

Una delle conseguenze più terribili del diabete è una maggiore suscettibilità alle ferite croniche. Mentre i tassi di questa malattia salgono alle stelle nel mondo occidentale, aumenta di conseguenza anche il problema delle ferite croniche. Si stima che solo negli Stati Uniti, il costo economico annuale di questo problema superi ora i 20 miliardi di dollari.

leggi di più 0 Commenti

Chaunax endeavouri: "trattenere il respiro" sott'acqua

Chaunax endeavouri è una strana piccola creatura appartenente alla famiglia Chaunacidae (Chaunax endeavouri), vive nelle parti più profonde dell'Oceano Pacifico. I ricercatori hanno osservato per la prima volta il suo strano comportamento, di "trattenere il respiro", esaminando i video pubblici catturati dai veicoli telecomandati della National Oceanic and Atmospheric Administration (NOAA). 

leggi di più 0 Commenti

Bassi livelli di ossigeno potrebbero temporaneamente accecare gli invertebrati marini

Gli scienziati dello Scripps Institution of Oceanography hanno scoperto che bassi livelli di ossigeno nell'acqua di mare potrebbero accecare alcuni invertebrati marini. Questi risultati, pubblicati di recente sul Journal of Experimental Biology, sono la prima dimostrazione che la visione negli invertebrati marini è altamente sensibile alla quantità di ossigeno disponibile nell'acqua.

leggi di più 0 Commenti

La lotta per la vita nei sedimenti del Mar Morto: la necrofagia come meccanismo di sopravvivenza

Il Mar Morto non è completamente morto. Il lago più salato sulla Terra (più di 10 volte più salato dell'acqua di mare) è un ambiente ostile in cui solo i microbi del dominio Archaea, noti come alofili estremi, sono in grado di sopravvivere. 

leggi di più 0 Commenti

Scoperto un parassita che infetta i coralli, con i geni della clorofilla, ma che non fotosintetizza

Per la prima volta gli scienziati hanno trovato un organismo in grado di produrre clorofilla ma che non esercita la fotosintesi. L'organismo è stato denominato "corallicolide" perché è presente nel 70% dei coralli in tutto il mondo e può fornire indizi su come proteggere le barriere coralline in futuro.

leggi di più 0 Commenti

Alcuni gamberi generano plasma con le loro chele. Ora può farlo anche una chela stampata in 3-D

Alcuni gamberetti hanno una superpotenza segreta: schioccare le loro chele scatena bolle che producono plasma e onde d'urto per stordire la preda. Ora gli scienziati riportano su Science Advances, che la replica stampata in 3-D di una chela ha riprodotto il fenomeno in laboratorio.

leggi di più 0 Commenti

Il ventre di un'astice è così resistente che potresti usarlo al posto delle gomme dell'auto

Il guscio di un’astice è piuttosto duro. Ma il materiale trasparente, sul lato inferiore della coda, potrebbe essere ancora più sorprendente: i test di laboratorio mostrano che la sostanza sottile ed elastica è robusta quanto la gomma usata per produrre pneumatici.

leggi di più 2 Commenti

I calamari potrebbero fornire un'alternativa ecologica alla plastica

Le proteine di calamaro possono essere utilizzate per produrre materiali di prossima generazione in una serie di ambiti che includono energia e biomedicina, così come i settori della sicurezza e della difesa.

leggi di più 0 Commenti

La fotografia col flash non danneggia i cavallucci marini ma: vietato toccare!

Anni fa, quando ebbi per la prima volta l’occasione di immergermi a Lembeh, osservando la coda di fotografi subacquei in fila per scattare foto ai cavallucci marini pigmei, rimasi colpito dal numero di flash che venivano scaricati su di loro. In effetti, già allora alcuni studiosi ipotizzavano un possibile danno a carico delle strutture particolarmente fragili di questi organismi. 

leggi di più 1 Commenti

L'effetto "Woman in Red": i maschi dei pesci pipa frenano le gravidanze alla vista di una femmina attraente

In un vecchio film di Gene Wilder “the woman in red”, una donna attraente vestita di rosso devasta la relazione attuale di un uomo. Secondo un nuovo studio pubblicato in Proceedings of the Royal Society B. gli scienziati hanno trovato un simile effetto "Donna in rosso" nei signatidi, un gruppo di pesci in cui la gravidanza si verifica nei maschi.

leggi di più 0 Commenti

Il pesce che riconosce se stesso

Il labride pulitore sembra passare il test dell’"auto-riconoscimento allo specchio", considerato un segno distintivo della cognizione tra le specie. 

leggi di più 0 Commenti

La "remora robot” può aggrapparsi a oggetti con una forza pari a 340 volte il suo stesso peso

Le remore sono ventose naturali. Questi pesci ossei possono tenersi stretti a qualsiasi cosa: scafi per barche, delfini che saltano, inclusi i subacquei. 

leggi di più 0 Commenti

L’andatura strascicata di alcuni pesci marini primitivi chiarisce le origini del camminare

La piccola razza Leucoraja erinacea cammina usando gli stessi nervi e geni dei mammiferi.

leggi di più 0 Commenti

Le diverse personalità dei pesci pagliaccio

Alcuni pesci pagliaccio sono socievoli e vivaci, mentre altri vivono una vita tranquilla e poco movimentata.  Per scoprire perché, i ricercatori hanno posizionato telecamere per registrare i comportamenti dei pesci pagliaccio nei pressi delle isole North Solitary e Lord Howe, lungo la costa orientale dell'Australia.

leggi di più 0 Commenti

La misteriosa identità dei rospi di mare

I rospi di mare (Chaunacidae), sono tra i pesci più strani osservati, occasionalmente, durante le spedizioni ROV dell’Okeanos Explorer, nel Pacifico centrale. Sono pesci di mari profondi, parenti dei pesci rana che i subacquei possono osservare in acque tropicali.

leggi di più 0 Commenti

Nuove straordinarie creature scoperte sul fondo oceanico

Gli scienziati dell’Università di Southampton hanno scoperto sei nuove specie animali, in sorgenti idrotermali sottomarine situate alla profondità di 2,8 km, nell’Oceano Indiano sud occidentale.

leggi di più 0 Commenti

Filmato, per la prima volta, nel suo ambiente naturale, il dragone rubino.

Nella speranza riuscire ad osservare la terza specie di dragone, recentemente scoperta, i ricercatori dello Scripps Institution of Oceanography, presso l'Università della California di San Diego, e il Western Australian Museum hanno effettuato una spedizione scientifica, al largo delle coste dell'Australia occidentale, alla ricerca in natura del dragone foglia rubino (Phyllopteryx dewysea).

leggi di più 0 Commenti

Studiata, per la prima volta in assoluto, l’evoluzione del veleno nei pesci ossei e cartilaginei

Sentendo la parola veleno, la maggior parte delle persone pensa probabilmente ai denti di un serpente. Ma la capacità di produrre e iniettare tossine in un altro animale è così utile che si è sviluppata in numerose creature che vanno dalle meduse ai ragni, dai topi ragno all'ornitorinco maschio.

leggi di più 0 Commenti

Le migrazioni giornaliere dello zooplancton nell’Oceano Antartico

Per la prima volta i ricercatori sono stati in grado di documentare il ciclo annuale dello zooplankton nell’Oceano Antartico. 

leggi di più 0 Commenti

Fouling: una soluzione verde a un problema di adesività

Un rivestimento a base di un polimero ecosostenibile inibisce l’accumulo di batteri e organismi marini.

leggi di più 0 Commenti