Genetica

Identificato il processo biologico di mineralizzazione che porta alla formazione dello scheletro in giovani coralli

Lo scheletro formato da un corallo svolge un ruolo chiave nello stoccaggio del biossido di carbonio atmosferico. Studi precedenti si sono concentrati sul processo mediante il quale i coralli adulti producono minerali che induriscono i tessuti esistenti per formare lo scheletro, ma lo stadio esatto in cui i coralli iniziano l'intero processo di mineralizzazione è rimasto un mistero - fino ad ora.

leggi di più 0 Commenti

Colonialità non clonale nell’idrozoo Ectopleura larinx

Noi umani sopportiamo molto dai nostri parenti. Ma la maggior parte di noi è meno caritatevole con persone al di fuori della cerchia familiare.

Non è così per una particolare creatura costiera di acqua bassa. Gli scienziati dell'Università del Kansas hanno scoperto che i polipi dell'idrozoo Ectopleura larinx non hanno remore nel trattare un individuo non correlato come parte della famiglia.

leggi di più 0 Commenti

Gli scienziati hanno trasferito un ricordo da una lumaca di mare in un'altra

Un nuovo studio suggerisce fortemente che, almeno alcuni ricordi sono memorizzati nel codice genetico e che il codice genetico può agire come un brodo di memoria. Estrailo da un animale e incolla il codice in un secondo animale, e quel secondo animale può ricordare cose che solo il primo animale conosceva.

leggi di più 0 Commenti

Dal nudibranco fotosintetico Elysia chlorotica, la ricerca sull’energia verde perpetua.

Secondo uno studio della Rutgers University, il nudibranco Elisia chlorotica può vivere per mesi estraendo i cloroplasti dalle alghe e utilizzandoli per rifornirsi di energia attraverso la fotosintesi, esattamente come fanno le alghe e tutti gli altri organismi fotosintetici.

E’ questa un'impresa notevole, che un animale si comporti come una pianta e sopravviva per mezzo della fotosintesi. 

leggi di più 0 Commenti

Bajau, nati per immergersi

I Bajau, un popolo dell'Arcipelago malese, trascorrono quasi tutta la loro vita in mare. Vivono su barche o in capanne appollaiate su palafitte, e migrano da un posto all'altro in flottiglie che trasportano interi clan. Sopravvivono attraverso una dieta basata quasi interamente su cibo di mare. E per procurarselo trascorrono il 60% della giornata lavorativa sott'acqua.

leggi di più 0 Commenti