Gli squali possono acquisire un gusto per il jazz

I ricercatori della Macquarie University di Sydney hanno scoperto che gli squali sanno riconoscere la musica jazz, di meno la classica. In un articolo pubblicato su Animal Cognition, i ricercatori hanno addestrato gli squali giovanili di Port Jackson ad associare il cibo alla musica jazz. L'aggiunta di musica classica ha invece confuso gli squali, che sapevano che dovevano fare qualcosa quando veniva suonata questa musica, ma non riuscivano a capire che dovevano andare in un posto diverso.

leggi di più 0 Commenti

L’andatura strascicata di alcuni pesci marini primitivi chiarisce le origini del camminare

La piccola razza Leucoraja erinacea cammina usando gli stessi nervi e geni dei mammiferi.

leggi di più 0 Commenti

Una nuova specie di squalo brilla nel buio, pesa circa 1 chilo e ha un naso enorme

Come trovare un ago in un pagliaio, un gruppo di scienziati ha scoperto una nuova specie di squalo che misura meno di 30 cm e pesa meno di un chilo da adulto.

leggi di più 0 Commenti

Uno studio mostra come razze e squali percepiscono i campi elettrici

Raffinati esperimenti delineano la biologia di affascinanti capacità sensoriali, dai geni al comportamento.

 

leggi di più 0 Commenti

Nuotare con gli squali: come può impattare questi animali?

Grandi masse di subacquei, che potrebbero essere definiti squali-ossessionati, viaggiano su enormi distanze - e spendono un sacco di soldi - per nuotare faccia a faccia con i grandi predatori degli oceani.

leggi di più 0 Commenti

Primo avvistamento nell'emisfero settentrionale della chimera azzurra dal naso a punta

Il mare profondo è il più grande habitat contiguo sulla terra, esso copre due terzi della superficie terrestre, a una profondità media di oltre 3,5 chilometri. Poiché la maggior parte delle acque profonde dell'oceano sono collegate fra loro, molte specie di animali che qui vivono coprono enormi spazi geografici. 

leggi di più 0 Commenti

Come mordono i denti degli squali?

Attaccando vari tipi di denti di squalo a un seghetto alternativo ricercatori dell’Università di Washington sono stati in grado di studiare i vantaggi biologici e le differenze nelle risposte che le diverse forme di denti hanno, testando le loro performance in condizioni realistiche.

leggi di più 0 Commenti

Gli squali tagliatori strappano pezzi di carne mordendo il corpo di balene vive

Le balene, che migrano attraverso le zone tropicali, spesso presentano ferite simili a crateri i cui responsabili si pensava fossero gli squali tagliatori (Isistius brasiliensis), detti anche squali stampo da biscotto. Mancavano però dati su quanto frequenti fossero gli attacchi degli squali alle balene e dove e quando questi si manifestavano.

leggi di più 0 Commenti

È la costa l’habitat preferito dalle femmine degli squali pinna nera e i loro piccoli

Una ricerca della James Cook University ha prodotto risultati inattesi. Gli scienziati hanno scoperto che le femmine degli squali pinna nera e i loro piccoli, contrariamente a quanto si pensava, rimangono vicino a riva per periodi di tempo molto lunghi, mentre gli adulti arrivano solo durante il periodo dell’accoppiamento. 

Si pensava che le femmine di squali adulte arrivassero stagionalmente per far nascere i loro piccoli e quindi se ne andassero immediatamente. 

Ma le femmine adulte sembra che rimangano in quest’area tutto l’anno e facciano nascere i loro piccoli lì, dove crescono in baie costiere fangose, utilizzando i letti di fanerogame e le mangrovie prima di migrare al largo.

leggi di più 0 Commenti

I piccoli di squali dalle spalline resisteranno alle future condizioni di acidificazione degli oceani

Studiando embrioni di squali dalle spalline (Hemiscyllium ocellatum) in fase di sviluppo, gli autori di uno studio australiano non hanno riscontrato differenze nella crescita e sopravvivenza in squali allevati secondo le condizioni di acidità correnti, verso quelli cresciuti in condizioni di acidità degli oceani previste per la fine di questo secolo.

leggi di più 0 Commenti

Le capacità di caccia degli squali distrutte dai cambiamenti climatici

Esperimenti a lungo termine effettuati da ricercatori dell’Università di Adelaide (Australia) hanno dimostrato che il riscaldamento delle acque e l’acidificazione degli oceani avranno effetti nocivi sulla capacità degli squali di andare incontro alle loro richieste di energia, questo porterà ad effetti a cascata su interi ecosistemi oceanici.

leggi di più 0 Commenti

La scomparsa dei grandi predatori

Recenti immersioni effettuate alle Isole Galapagos mi inducono ad alcune considerazioni relative alla presenza dei grandi predatori nelle scogliere coralline. Mi immergo ormai da quasi venti anni e credo di poter affermare che, sommando tutte le immersioni fatte in precedenza, non mi sembra di ricordare di aver mai osservato un numero di squali così elevato come quelli incontrati in questa località. 

leggi di più 0 Commenti